Il nostro Borgo a Montespertoli e le sue radici storiche

Ci sono tesori che ereditiamo dal passato molto più spesso di quanto riusciamo a renderci conto. Tesori legati alle tradizioni culinarie toscane, che trovano ancor prima riscontro nell’amore e nella cultura del territorio e dei suoi “frutti”. Questo ci porta a considerare quanto sia preziosa la scelta di un’agricoltura sostenibile e un rapporto con il paesaggio che ne valorizzi gli aspetti storici e culturali.
Un credo, quello dell’Agriturismo Borgo Divino, che rispetta i ritmi divini della natura.

La nostra storia

Borgo Divino è una realtà familiare con radici storiche ed importanti per l’enografia toscana ed italiana. Le sue origini risalgono infatti al XIV secolo quando il Borgo apparteneva alla famiglia Frescobaldi, che in quei secoli ha contribuito molto allo sviluppo agricolo del territorio. Infatti la zona di Montespertoli rappresentava un punto importante per i Romani per collegare il nord della Toscana con Roma. La zona era già famosa a quei tempi per l’alta qualità dei raccolti agricoli e fu per secoli al centro di intensi traffici e luogo prescelto per la costruzione di lussuose ville romane.


agriturismo Borgo Divino a Montespertoli - Storia

Come eravamo

Il ricordo di come eravamo, fermato in una fotografia, ci fa apprezzare ancor di più la bellezza del sacrificio e della voglia di fare. Trasformare una cosa pur non stravolgendone la forma per riportarla a nuova vita e farne godere la bellezza a chiunque ne abbia voglia. Cerchiamo di mantenere viva l’atmosfera di quei giorni e le percezioni che ne derivano, con le bellissime campagne fiorentine che fanno da cornice a questo splendido pezzo di storia.

I Castelli di Montespertoli

Il Castello di Montegufoni, che presenta la caratteristica torre riprodotta ispirandosi alla “Torre di Arnolfo” di “Palazzo Vecchio” a Firenze, fu di proprietà della famiglia Acciaioli, importante famiglia fiorentina proprietaria di una delle prime banche costituite in Italia nel XIII secolo. Il Castello di Sonnino, anticamente chiamato Castello di Montespertoli, prese il suo nome a seguito della sua acquisizione da parte del Barone Sidney Sonnino, Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell’Interno del Regno d’Italia nei primi anni del XX secolo. Il Castello di Poppiano da nove secoli di proprietà della storica famiglia fiorentina Guicciardini, proprietari di numerosi palazzi storici a Firenze e dai quali prende il nome il famosissimo Lungarno Guicciardini a Firenze. Nel Medioevo questo castello faceva parte del sistema di difesa di Firenze, circondato da un triplice giro di mura.


agriturismo Borgo Divino a Montespertoli - Storia

agriturismo Borgo Divino a Montespertoli - Storia

Le nostre colture

Entrando a Borgo Divino si è come cullati da un’aura positiva ricca di storia, cultura e sapienza degli antichi mestieri. La famiglia Frescobaldi apportò le conoscenze in campo agrario relative alla semina del grano da cui si otteneva la farina che serviva per produrre pasta e pane (come testimonia la presenza dell’antico forno sito sul lato esterno dell’appartamento nr. 3), alla viticoltura e all’enologia (come testimoniato dalla cantina storica che preserva ancora alcune caratteristiche architettoniche originali). Ma fu nel XVI secolo che il Borgo Divino attraversò il suo momento più particolare, in quanto gli eredi proprietari della famiglia Frescobaldi si disinteressarono al Borgo ed alla attività agricola, preferendo andare a vivere a Firenze, che stava vivendo il suo Rinascimento, di fatto abbandonando l’attività agricola, che venne ripresa più tardi. Ancora oggi proseguono le attività relative alla viticoltura, all’enologia, all’olivicoltura, all’orticoltura ed alla semina.

Le opere

Nei primi anni del 1.900 il castello diventò una proprietà del Barone Sir George Sitwell, grande amante della cultura europea che iniziò ad arricchire ed abbellire il castello di numerose opere, tanto che tra i numerosi artisti, chiamò a dipingere per lui un giovanissimo Pablo Picasso. Durante la Seconda Guerra mondiale questo castello divenne rifugio di numerose opere d’arte di Giotto, Ghirlandaio, Botticelli, tra le quali la famosissima “Primavera”.


agriturismo Borgo Divino a Montespertoli - Storia

agriturismo Borgo Divino a Montespertoli - Storia

I Gesuiti in toscana

A quel tempo si era costituita a Parigi, con Ignazio di Loyola, la Compagnia di Gesù (i Gesuiti), un Istituto Religioso che aveva un modello interpretativo della religione molto pragmatico che inizialmente non fu ritenuto moralmente corretto, tanto da essere perseguitato. Pertanto i Gesuiti, che avevano la necessità di rifugiarsi in contesti isolati rispetto alle città per portare avanti la loro religione, trovarono nel Borgo Divino un luogo perfetto per poter pregare e studiare, oltre a proseguire l’attività agricola.

Il soggiorno di Leonardo Da Vinci

E’ proprio in questo periodo che Leonardo da Vinci, uomo poliedrico in quanto fu ingegnere, pittore e scienziato italiano, considerato tutt’ora uno dei più grandi Geni dell’umanità, compieva i suoi esperimenti ed osservava la natura cercando di cogliere la vera essenza delle cose. Incuriosito dalla dottrina Gesuita, così esperienziale e pragmatica, proprio come era il suo modo di vedere ed osservare le cose, Leonardo decise di muoversi da Vinci verso Firenze sostando al Borgo Divino. Fu proprio qui che grazie alla posizione collinare perfezionò i suoi studi relativi al volo ed iniziò le prime sperimentazioni che poi approfondì a Fiesole, un altro luogo collinare nei pressi di Firenze.


agriturismo Borgo Divino a Montespertoli - Storia

Richiedi informazioni per il tuo evento