Il complesso di Borgo Divino visto dall’alto

Stiamo rimanendo strettamente pertinenti a tutte le direttive fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalle autorità sanitarie locali, in merito ai casi del nuovo Coronavirus (COVID-19).

Al primo posto per noi resterà sempre la salute dei nostri ospiti e dei nostri dipendenti.

Termini di cancellazione:

Verranno sospese le penali di cancellazione fino al 31 Marzo 2020, per gli ospiti che viaggiano verso o dalle località sotto elencate:

I clienti che hanno prenotato tramite agenzie di viaggio online o altri terzi analoghi, sono invitati a contattare i rispettivi agenti e servizi di prenotazione online per richiedere loro informazioni riguardo i termini applicati. Importante: quest’ultimi non verranno applicati su viaggi legati a prenotazioni di gruppo.

Il nostro impegno alla pulizia:

Alti livelli di igiene e pulizia sono conseguiti quotidianamente in tutte le zone dell’agriturismo, in questo periodo di emergenza sanitaria siamo al lavoro per incrementare al massimo l’impegno del personale addetto per assicurare che vengano rispettate le più recenti direttive sull’igiene e sulla pulizia, garantendo la sicurezza degli ospiti e dello staff.  L’incremento delle pratiche di pulizia ed igienizzazione nascono per combattere un vasto ventaglio di virus, COVID-19 compreso, partendo dal lavaggio accurato delle mani all’utilizzo di specifici prodotti per la pulizia, passando per le procedure accurate dedicate alle camere degli ospiti e tutte le aree comuni.

Le misure specifiche adottate dall’agriturismo Borgo Divino includono:

Salute, sicurezza e formazione dei dipendenti: lo staff dell’agriturismo, la salute di loro tutti, la loro sicurezza e la formazione specifica per il periodo in corso, sono la base da cui partire per la massima efficacia del piano di pulizia. 

Elenchiamo alcuni degli aspetti del supporto che viene loro offerto:

Prodotti e modus operandi: 

Per gli ultimi aggiornamenti, si prega di far riferimento ai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC)  

Aggiornamento: 23 marzo 2020